Zygmunt Bauman

Zygmunt Bauman, il sociologo polacco di origini ebraiche è morto oggi a Leeds all’età di 91 anni. Teorizzatore della società liquida, efficace metafora della condizione attuale, in cui regnano l’incertezza e l’individualismo, fuggì nella zona di occupazione sovietica dopo che la Polonia fu invasa dalle truppe naziste nel 1939 all’inizio della seconda guerra mondiale. Successivamente, divenuto comunista, si arruolò in una unità militare sovietica.
10 punti a “Bocchini ai becchini”, “Gli Schiattamuorti”, “Andrea Camilleri”, 20 a “death.in.August” che lo aveva scelto come capitano.

Affisso il 9 Gen 2017, in Morto

Lascia il tuo commiato