Robert Enke

Dopo le ipotesi della polizia tedesca, altre voci confermano che il portiere di Hannover e della nazionale tedesca Robert Enke, 32 anni, si è suicidato: “Posso confermare che si tratta di suicidio. Robert si è suicidato poco prima delle sei”, ha affermato il suo amico e consigliere Joerg Neblung all’agenzia sportiva tedesca Sid. Il portiere si è buttato sotto un treno a Neustadt am Ruebenberge, vicino ad Hannover, Germania centrale. “I dettagli saranno forniti domani durante una conferenza stampa ad Hannover”, ha aggiunto Neblung. Il portavoce della polizia Stefan Wittke aveva in precedenza affermato che c’era stato “un incidente mortale a un passaggio a livello” che aveva coinvolto il giocatore, precisando che si trattava probabilmente di suicido. “Siamo sotto choc. Non so cosa dire”, ha dichiarato il manager della selezione nazionale Oliver Bierhoff. Anche il presidente del club Hannover, Martin Kind, si è detto costernato: “E’ una catastrofe totale. Riesco a malapena a capirla”, ha affermato. Enke era dato come favorito per il ruolo di portiere della nazionale tedesca ai Mondiali del 2010 in Sudafrica. Enke lascia la moglie e una figlia di otto mesi, che la coppia aveva adottato da poco. Due anni fa avevano perduto un’altra bambina. Non è chiaro se la partita in programma sabato contro il Cile sarà annullata.
Robert Enke, portiere nazionale tedesca, si è suicidato.

Affisso il 12 Nov 2009, in Occasioni mancate, Punti

Lascia il tuo commiato