Messina Denaro a giudizio

Il gup di Caltanissetta ha rinviato a giudizio il boss latitante Matteo Messina Denaro, ritenuto uno dei mandanti degli attentati di Capaci e via D’Amelio del 1992 in cui vennero uccisi Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e otto agenti delle scorte. È di strage l’accusa della quale Messina Denaro dovrà rispondere davanti alla Corte d’assise nissena nel processo che inizierà il 13 marzo.
3 punti a “Siamo al top!”, “All’anema e chitemmuort”, “Bocchini ai becchini”, “Atletico Mazzato”, “DeathlyHallows”, “Mosicheprimano”, “Mori moto”, “Riposati, che sei stanco..”, “Lapo FCocaine”, “Vsk squadra”, “Yanzammuort”.
Inoltre segnaliamo di aver eliminato dalle squadre due morituri già deceduti: Giuseppe Andreoli e Bruno Biagini, e che quindi le squadre “Bocchini ai becchini”, “Verano Resort”, “Le centurie”, “I pindacci”, “Doris Day” devono rimpiazzarli.

Affisso il 24 Gen 2017, in guai giudiziari

Seguici su Instagram

Lascia il tuo commiato